Il Musichiere compie 50 anni

Anni di produzione: 19571960
   
Prodotto da: Rai
Presentatore: Mario Riva
Rete: Rai Uno

 rm30417.jpg

Il Musichiere compie 50 anni. E’ il 7 dicembre 1957 quando il quiz musicale va in onda per la prima volta dal nuovo centro romano di produzione Rai di via Teulada con il titolo provvisorio Conosci questo motivo, traducendo fedelmente il nome del format americano, il game show della Nbc Name that tune. Una settimana dopo assume il titolo definitivo con cui guadagna una popolarità televisiva di cui ancora non si è perso il ricordo.

Il meccanismo del gioco è semplice: l’orchestra suggerisce alcune note del brano da indovinare e i due concorrenti, dotati di regolamentari scarpe da ginnastica scattano dalle sedie a dondolo per suonare la campana e acquisendo così il diritto di rispondere al quiz canoro. Il vincitore deposita metà del premio nella “cassaforte musicale” riaggiudicandoselo (insieme al diritto di ripresentarsi la settimana successiva) se individua il motivo mascherato emesso da una cigolante saracinesca.


 Dopo 90 trasmissioni, la trasmissione si conclude nel 1960, non dopo aver consegnato alla storia della tv un campione: Spartaco D’Itri, memoria musicale, il quale dopo aver intascato una vittoria lunga 15 settimane e un montepremi di otto milioni, dichiara solennemente che vorrà essere sepolto con l’abito con cui ha conquistato per la prima volta la fascia della vittoria.

Tutti i più grandi nomi dello spettacolo di quei tempi, dalla star hollywoodiana Gary Cooper (“Mezzogiorno di fuoco”) alla diva internazionale Josephine Baker (“J’ai des amour, mon pays et Paris ”), andavano nel suo show come ospiti d’onore, introdotti dopo il tradizionale “Ecco a voi…”, da un avverbio rispolverato dal dimenticatoio dallo scoppiettante Mario e che diventerà d’uso comune immediatamente: “nientepopodimeno che …”.
In quello spettacolo che il sabato sera teneva incollati gli italiani davanti al televisore, l’ex comico divenuto personaggio nazionale cantava la sigla del programma “Domenica è sempre domenica”, un brano che scalò subito la classifica dei dischi più venduti stilata dal “Radiocorriere”, e che divenne il simbolo di quegli anni avviati con spensieratezza verso il Boom.
Tutta l’Italia cantava allegramente quel ritornello semplice e senza pretese che infondeva serenità e ottimismo, fotografando un piccolo mondo antico che di lì a poco sarebbe scomparso con l’esplodere delle nuove mode e dei nuovi modi di vivere: “Domenica è sempre domenica/ si sveglia la città con le campane/ al primo din don del Gianicolo/ Sant’Angelo risponde din don dan/ Domenica è sempre domenica/ e ognuno appena si risveglierà/ felice sarà e spenderà, sti quattro sordi de’ felicità”.

50tv.gif


Ecco la divertentissima partecipazione di Totò al Musichiere

qui Perry Como, il  famoso cantante italo/americano,

fra i suoi pezzi più celebri le indimenticabili  Moon River e Magic Moments

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: