Parliamo di Cinema: Ratatouille!


Ratatouille

Durata: 110

Anno: 2007

Distribuito da: Pixar Animation Studios, Walt Disney Pictures

Regista: Brad Bird

Ratatouille
C’e sempre un messaggio dietro un’animazione, a differenza di tanti altri prodotti cinematografici, e c’e spesso un intento pedagogico quindi. Figure positive, avversità politically correct, ravvedimenti e riconciliazioni: aspettatevi questo – come prevedibile – ed altro! La Pixar d’altronde conosce a memoria la ricetta, e continua a non sbagliare proporzioni e cottura. L’epopea di questo topolino rapisce, commuove e diverte, difficile resistere alle sue crisi esistenziali, ai suoi conflitti familiari, ai suoi tentativi di affrancamento dai limiti di una ‘impurezza’ di razza, da sempre accettata. E tutto questo sfruttando un sogno. Il sogno di dirigere una cucina, anzi, ancor di piu, di poter vivere la propria passione e con fantasia. Tagliati i fili che lo legano – burattino – ai fili del proprio retaggio e di una natura immutabile. La pirateria topesca viene rovesciata nella forza eversiva della creativita culinaria e da questo ammutinamento nasce una nuova eredita, una nuova storia, un nuovo mondo, una nuova definitiva presa di coscienza di se e degli infingimenti di cui liberarsi. Per essere qualcosa di diverso. E per regalarci due ore eccezionali, di animazione da vedere e rivedere. Sempre con la soddisfazione – che nel film e del cattivone di turno – di rivivere emozioni spesso dimenticate.

© 35mm.it

There is always a message behind a movie, as so many other films, and there is often a pedagogical intent . The Pixar knows well the recipe, and still not miss proportions and cooking. The story of this mouse captures, and moved fun,it’s difficult to resist to its existential crisis, his family conflicts, his attempts to be free from the limits of the impurity of race , always accepted.. And all this by exploiting a dream. The dream of directing a kitchen, and even more, to be able to live his passion and immagination. Cut the wires that bind the “puppet” to the wires of his legacy and an unchangeable nature. Mouses piracy is reversed in the subversive power of culinary creativity and from this mutiny born a new legacy, a new story, a new world, a new definitive awareness of himself and about the pretense from which escape… to be something different. And to give to us two exceptional hours of animation to see and review. Always with satisfaction to relive emotions… often forgotten.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: